Come la caffeina influenza il sistema immunitario

Molte persone si affidano alla caffeina per farli salire la mattina e sostenerle per tutto il giorno. Tuttavia, l’elevata assunzione di caffeina può aumentare l’impatto che lo stress fisico e mentale ha sul tuo corpo. Lo stress cronico può causare squilibri ormonali e altre disfunzioni nel tuo corpo che portano ad un sistema immunitario compromesso, aumentando il rischio di sviluppare infezioni e malattie come il cancro.

Caffeina nel tuo corpo

La caffeina aumenta l’attività nel tuo cervello inibendo il neurotrasmettitore adenosina, un neurotrasmettitore che abbassa i livelli di altri neurotrasmettitori, mantenendoli sotto controllo. La caffeina stimola anche il sistema nervoso simpatico che è responsabile della tua risposta di combattimento o di volo. Durante la risposta di combattimento o di volo, gli ormoni dello stress come il cortisolo causano la liberazione di depositi di grasso e di zucchero del corpo in preparazione per lo sforzo fisico.

Lo stress e il sistema immunitario

Anche se questa risposta allo stress è importante per la sopravvivenza, quando persiste essa può causare problemi di salute, tra cui alto livello di zucchero nel sangue, elevato colesterolo e trigliceridi e soppressione del sistema immunitario. Il sistema immunitario è responsabile del riconoscimento e della distruzione di agenti patogeni quali batteri, funghi e virus, nonché la rimozione delle cellule danneggiate, sia in caso di lesioni che di cellule con comportamenti anomali e quelli che producono cancro.

Contributo della caffeina

Uno studio del 2006 pubblicato in “Farmacologia, Biochimica e Comportamento” ha rilevato che gli uomini e le donne che ricevevano grandi quantità di caffeina – tre dosaggi di 250 milligrammi – hanno sperimentato il rilascio di livelli più alti del cortisolo dell’ormone dello stress in risposta allo stress fisico e mentale . I livelli elevati di cortisolo sono noti per diminuire la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni.

Assunzione di caffeina

È improbabile che la caffeina stessa diminuisca in modo rilevabile la funzione del sistema immunitario. Secondo l’Huffington Post, l’assunzione da moderata a moderata di caffeina ha pochi effetti sanitari noti. Limitare l’assunzione a 200 milligrammi al giorno, o circa 2 tazze di caffè. Se superi 500 milligrammi al giorno, si possono verificare gli effetti di un sistema nervoso simpatico attivato, tra cui insonnia, nervosismo, irritabilità, problemi digestivi, battiti cardiaci veloci e tremori muscolari.